Inventario delle Emissioni

Per inventario delle emissioni si intende una serie organizzata di dati relativi alle quantità di inquinanti introdotti nell'atmosfera da sorgenti naturali e/o da attività antropiche. La maggior parte delle attività umane e i processi naturali producono emissioni di inquinanti in atmosfera.
L'inventario di emissioni è una stima quantitativa di tali flussi di materia dalle sorgenti all'atmosfera, inclusa la loro ripartizione territoriale, la loro evoluzione nel tempo ed una caratterizzazione puntuale delle sorgenti più significative. Si parla di una stima in quanto le variabili coinvolte sono così numerose che non è possibile condurre un calcolo preciso.
L'inventario delle emissioni fornisce informazioni importanti per valutare i carichi inquinanti cui sono soggette le diverse parti del territorio. Esso costituisce inoltre uno degli elementi informativi fondamentali per l'applicazione dei modelli di dispersione di inquinanti in atmosfera, utilizzati per la valutazione della qualità dell'aria.
In Valle d'Aosta l'inventario delle emissioni è gestito da ARPA ed è, al momento, aggiornato a tutto il 2013. Esso è stato oggetto nel 2008 di un interconfronto a livello nazionale, gestito da ENEA in collaborazione con ISPRA, nell'ambito del Programma europeo RAINS, volto ad armonizzare su scala europea gli inventari delle emissioni. L'interconfronto ha riguardato anche le metodologie di calcolo delle emissioni. I riscontri ottenuti sono stati positivi ed hanno portato alla revisione delle metodologie di calcolo per alcuni settori.

 

ossido azoto 2010

 

Esempio di mappa delle emissioni riportate nell'Inventario regionale

 

ATTIVITA' CENSITE NELL'INVENTARIO

Le sorgenti di emissione coprono un ampio spettro di attività. E' stato necessario classificarle in modo da evidenziare la specifica natura delle attività, dei processi di produzione coinvolti o delle specifiche tecnologie di abbattimento utilizzate.
Le sorgenti sono state classificate, in base alla loro spazialità, in sorgenti puntuali (camini industriali e bocche di gallerie), lineari (strade e linee ferroviarie) e areali (attività agricole, commerciali diffuse, sorgenti naturali, etc.).
Per l'inventario regionale delle emissioni è utilizzata la classificazione SNAP97 (Selected Nomenclature for Air Pollution, CORINAIR), riportata nella tabella seguente. Sono evidenziate in giallo le attività al momento considerate nel database regionale:

 

Macrosettore Codice SNAP
Produzione energetica 01
Riscaldamento residenziale 02
Combustioni industriali 03
Processi produttivi 04
Distribuzione carburanti 05
Uso di vernici e solventi 06
Trasporti stradali 07
Altri trasporti 08
Gestione rifiuti 09
Agricoltura ed allevamento 10
Foreste e suoli

11

 

I FATTORI DI EMISSIONE

Le emissioni di inquinanti sono stimate a partire da dati quantitativi sull'attività presa in considerazione e da opportuni fattori di emissione. La formula che permette il calcolo delle quantità di emissioni è la seguente:

E = A x F

Dove:
E sono le emissioni (espresse come massa)
A è l'attività (per esempio impianti termici), espressa attraverso un definito indicatore
F è il fattore di emissione, espresso come massa in rapporto all'indicatore di attività,caratteristico della sorgente considerata.

I fattori di emissione utilizzati sono in generale quelli riportati nell'Atmospheric Emission Inventory Guidebook redatto nell'ambito del progetto EMEP-CORINAIR finanziato dall'Agenzia Europea per l'Ambiente, per alcune attività sono state utilizzate altre fonti ritenute più specifiche o aggiornate.

Gli inquinanti considerati nell'inventario delle emissioni della Valle d'Aosta sono:

MACROINQUINANTI

• ossidi di azoto (NOx)
• monossido di carbonio (CO)
• composti organici volatili non metanici (COVNM)
• biossido di zolfo (SO2)
• polveri totali sospese e frazioni più fini (PTS, PM10, PM2.5)
• ammoniaca (NH3)
• benzene (C6H6)

 

GAS CLIMALTERANTI

• anidride carbonica (CO2)
• metano (CH4)
• protossido di azoto (N20)
• esafluoruro di zolfo (SF6)

 

MICROINQUINANTI

• arsenico (As)
• piombo (Pb)
• cadmio (Cd)
• cromo (Cr)
• rame (Cu)
• mercurio (Hg)
• nichel (Ni)
• selenio (Se)
• zinco (Zn)
• idrocarburi policiclici aromatici (IPA)

 

EMISSIONI STIMATE (anno di riferimento 2013)


Vengono presentate nelle figure seguenti (cliccare sull'etichetta testo) le stime delle emissioni regionali per l'anno 2013 degli inquinanti atmosferici più importanti considerati nell'inventario distinte per macrosettore SNAP e scala geografica (intera regione, comune di Aosta, vallata centrale e vallate laterali come mostrato nella mappa sotto riportata).

 

Zone Comuni

 

 

MACROINQUINANTI: INTERA REGIONE

MACROINQUINANTI: COMUNE DI AOSTA

MACROINQUINANTI: VALLE CENTRALE

MACROINQUINANTI: VALLI LATERALI

 

Di seguito sono riportati invece i diagrammi che riportano i contributi delle diverse sorgenti emissive alla produzione dei gas serra, sempre distinte per area geografica (cliccare sull'etichetta testo).

 

GAS SERRA: INTERA REGIONE

GAS SERRA: COMUNE DI AOSTA

GAS SERRA: VALLE CENTRALE

GAS SERRA: VALLI LATERALI

 

Vai alle mappe dei principali inquinanti emessi in Valle d'Aosta: