Previsioni di qualità dell'aria

Previsione emessa

 
 
 
Valore IQA Cromatismi Qualità dell'aria
0 - 50   Ottima
50 - 70   Buona
70 - 100   Accettabile
100 - 150   Scadente
> 150   Pessima

L’inquinamento atmosferico cambia notevolmente nel tempo, non solo stagionalmente ma anche da un giorno all’altro o nel corso della stessa giornata. Queste variazioni sono dovute sia alla variabilità delle emissioni sia ai  fenomeni meteorologici che determinano la dinamiche di diffusione degli inquinanti in aria.

La presenza di vento favorisce la dispersione degli inquinanti in atmosfera, diluendoli in un volume più grande di aria e riducendo il livello al suolo di inquinamento; la pioggia e la neve dilavano l’atmosfera favorendo migliori condizioni di qualità dell’aria. Al contrario, condizioni  anticicloniche con alta pressione associata a temperature rigide produce, soprattutto nella vallata  centrale della nostra regione,  inversione termica che porta ad un accumulo degli inquinanti emessi con aumento delle loro concentrazioni.

Descrivere la qualità dell’aria è quindi un’attività piuttosto complessa in quanto deve considerare l’insieme di tutti questi fattori. Per informare quotidianamente e per permettere una valutazione dei livelli di inquinamento che si avranno l’indomani, ARPA emette ogni giorno un bollettino previsionale, fornendo un indice della qualità dell’aria.

Cos'è l'IQA?

Le previsioni sono elaborate utilizzando i modelli messi a punto da ARPA che considerano i dati meteorologici (messi a disposizione dal Centro Funzionale regionale), i contributi delle emissioni inquinanti desunte dall’inventario regionale, l’orografia del territorio, le dinamiche chimico-fisiche che avvengono in atmosfera.

In collaborazione con:

centro funzionale

Per approfondire

  1. Cos'è l’IQA
    1. Algoritmo di calcolo
  2. Visualizza le mappe di concentrazione:
    1. NO2
    2. O3
    3. PM10
  3. Sistema modellistico