Nei primi mesi del 2013, l’Assessorato regionale al Territorio e Ambiente, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) e l’Institut Agricole Régional (IAR) hanno firmato un convenzione per l’attuazione di un programma indirizzato al monitoraggio del compostaggio di prossimità ossia al compostaggio effettuato con compostiere di tipo manuale e/o meccanico che trattano quantitativi rilevanti di materiale organico proveniente da attività tipo mense scolastiche, micro comunità per anziani, alberghi e simili (DGR n. 2313 del 30/11/2012).

Compostiera IAR

Questo nuovo programma si inserisce nel più ampio programma di azioni volte alla riduzione e alla prevenzione nella produzione dei rifiuti nella Regione Valle d’Aosta, per il triennio 2011-2013, e va a supporto delle azioni atte alla diffusione della pratica del compostaggio di prossimità per le quali l’Amministrazione regionale ha erogato specifici finanziamenti destinati alle autorità di Sub-ATO (DGR n. 2640 del 11/11/2011 e PD n. 6376 del 30/12/2011).

Le principali finalità del monitoraggio sono:

  • ricavare dati sperimentali relativi alla qualità del compost ottenuto tramite compostaggio di prossimità;
  • ottenere un quadro relativo alle modalità di gestione delle compostiere di prossimità;
  • redigere delle linee guida relative al compostaggio di prossimità.

Il programma avrà una durata di due anni, successivamente all’entrata in funzione dei vari progetti di compostaggio di prossimità messi in atto dai Sub-ATO. Verranno individuate un numero significativo di compostiere sulle quali attivare il monitoraggio, anche con l’obiettivo di verificare i diversi principi di funzionamento, e al fine di determinare un quadro completo delle diverse tecnologie a disposizione.