Presentazione

Descrizione

L’indicatore definisce il numero di stabilimenti e di impianti, presenti in Valle d’Aosta, rientranti nel campo di applicazione della cosiddetta “Direttiva IPPC” (dir. 96/61/CE, dir. 2008/01/CE, dir. 2010/75/Ue, regolamentata in Italia dal d.lgs. 152/2006, parte seconda, titolo III-bis), la loro distribuzione territoriale e le Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA) rilasciate dall’Autorità Competente.
Gli stabilimenti soggetti ad AIA sono indicati nella d.g.r. VdA 13 aprile 2006, n. 1029 (Applicazione delle disposizioni di cui al d.lgs. n. 59/2005 in materia di autorizzazione integrata ambientale: individuazione dell’autorità regionale competente al rilascio della autorizzazione e approvazione del calendario delle scadenze per la presentazione delle domande da parte delle imprese interessate. Approvazione di disposizioni per l’istruttoria ed il rilascio delle autorizzazioni. Accertamento e introito di somme).

Messaggio chiave

Si riportano per le 6 aziende ricadenti in IPPC le attività o gli impianti soggetti ad AIA, le descrizioni delle categorie di appartenenza e gli estremi delle autorizzazioni rilasciate.

Obiettivo

L’indicatore vuole definire il numero di stabilimenti e di impianti, presenti sul territorio regionale, rientranti nel campo di applicazione della cosiddetta “Direttiva IPPC”.
La sigla IPPC è un acronimo inglese di Integrated Prevention and Pollution Control, ovvero controllo e prevenzione integrate dell’inquinamento. La modalità d'azione proposta dalla direttiva è incentrata su un approccio complessivo per la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento provocato dai grandi impianti industriali. Esso è riferito sia al coordinamento delle autorità competenti relativamente alle procedure e alle condizioni di autorizzazione all'esercizio per gli impianti industriali, sia al controllo delle emissioni nell'ambiente, non più considerato suddiviso in tre autonome parti (acqua, aria e suolo), ma come un unicum da proteggere.
Le attività, che rientrano nell’ambito di applicazione dell’IPPC, sono soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

Ruolo di Arpa

L’ARPA svolge la funzione di supporto tecnico all’amministrazione regionale e al Corpo Forestale Valdostano nella definizione dei contenuti tecnici delle autorizzazioni e nell’esecuzione  delle verifiche previste dai Piani di sorveglianza e controllo previsti dalle AIA.

Classificazione

Area tematica SINAnet

Industria

Tema SINAnet

Industria

DPSIR

P/R

Determinanti - Pressioni - Stato - Impatto - Risposte

Valutazione

Stato

buono

Tendenza

Non applicabile

Informazione sui dati

Qualità dell'informazione

Rilevanza

Accuratezza

Comparabilità nel tempo

Comparabilità nello spazio

1 1 1 1

Proprietà del dato

ARPA Valle d'Aosta

Periodicità di aggiornamento

Annuale

Data di aggiornamento

dicembre 2020

Copertura temporale

Dal 2006

Copertura territoriale

L’attività svolta dall’ARPA in questo ambito è estesa in modo omogeneo a tutta la regione.

Riferimenti

Inquadramento normativo

  • dir. 96/61/CE
  • dir. 2008/1/CE
  • dir. 2010/75/Ue
  • d.lgs. 18 febbraio 2005, n. 59
  • d.lgs. 29 giugno 2010, n. 128
  • d.lgs. 3 aprile 2006, n. 152   parte seconda, titolo III-bis
  • d.g.r. VdA 13 aprile 2006, n. 1029 P.D. 12 maggio 2006, n. 2125
  • d.g.r. VdA 17 ottobre 2008, n. 2993
  • provvedimento dirigenziale del 26 maggio 2009, n. 2141
  • d.lgs. 4 marzo 2014, n. 46
  • Decreto Ministeriale 13 novembre 2014, n. 272
  • Decreto Ministeriale 17 luglio 2015, n. 141
  • Decreto Ministeriale 6 marzo 2017, n. 58

Relazione con la normativa

L’indicatore è direttamente connesso agli adempimenti richiesti dalla normativa in materia di AIA.

Livelli di riferimento

Non applicabile

Indicatori analoghi presenti in altre relazioni

Lo stesso indicatore, con valenza nazionale, è consultabile presso https://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/stato-dellambiente/annuario-in-cifre-2020 redatto da ISPRA e con valenza regionale nelle relazioni stato ambiente delle altre regioni italiane.

Presentazione e analisi

Stabilimenti e impianti ricadenti in IPPC in Valle d’Aosta e relative Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA) rilasciate dall’Autorità Competente 

Intallazioni

Impianto

Categoria attività IPPC

Descrizione categoria IPPC

Estremi AIA

Discarica presso il Centro Regionale di Trattamento dei Rifiuti Urbani di Brissogne

Gestione Valeco S.p.A.

Discarica

5.4

Discarica con capacità produttiva maggiore di 10 t/giorno o con capacità totale maggiore di 25.000 t, ad esclusione delle discariche per rifiuti inerti

  • PD n. 4494 del 30/10/07
  • PD n. 5959 del 30/12/09
  • PD n. 2180 del 18/05/11
  • PD n. 3019 del 11/07/11
  • PD n. 1001 del 07/03/12
  • PD n. 1387 del 27/03/12
  • PD n. 1636 del 17/04/12
  • PD n. 4656 del 29/10/12
  • PD n. 5739 del 18/12/12
  • PD n. 49 del 14/01/13
  • PD n. 1293 del 28/03/13
  • PD n. 3965 del 25/09/13
  • PD n. 4380 del 28/10/13
  • PD n. 5661 del 20/12/13
  • PD n. 2140 del 09/06/14
  • PD n. 5026 del 03/12/14
  • PD n. 698 del 03/03/15
  • PD n. 2028 del 26/05/15
  • PD n. 2203 del 26/04/18 
  • PD n. 2927 del 29/05/18
  • PD n. 888   del 21/02/19
  • PD n. 1149 del 06/03/19
  • PD n. 4748 del 14/08/19
  • PD n. 8126 del 19/12/19
  • PD n. 782   del 03/03/20
  • PD n. 2330 del 20/05/20

Discarica presso il Centro Regionale di Trattamento dei Rifiuti Urbani di Brissogne

Gestione En.Val. s.r.l.

Discarica 5.4 Discarica con capacità produttiva maggiore di 10 t/giorno o con capacità totale maggiore di 25.000 t, ad esclusione delle discariche per rifiuti inerti
  • PD n. 7243 del 12/12/18
  • PD n. 4030 del 10/07/19
  • PD n. 5357 del 17/09/19
  • PD n. 6032 del 15/10/19
  • PD n. 0152 del 22/01/20
  • PD n. 1328 del 27/03/20
  • PD n. 1331 del 27/03/20
  • PD n. 2943 del 18/06/20
  • PD n. 6934 del 04/12/20

Discarica di Pontey

Discarica

5.4

Discarica con capacità produttiva maggiore di 10 t/giorno o con capacità totale maggiore di 25.000 t, ad esclusione delle discariche per rifiuti inerti

  • PD n. 5079 del 05/12/08
  • PD n. 5400 del 14/12/09
  • PD n. 2646 del 14/06/10
  • PD n. 4327 del 21/09/10
  • PD n. 1842 del 29/04/11
  • PD n. 725 del 23/02/12
  • PD n. 2131 del 09/06/14
  • PD n. 5422 del 22/12/14
  • PD n. 1453 del 22/04/15
  • PD n. 2756 del 06/06/17
  • PD n. 0383 del 10/02/20
  • PD n. 1322 del 26/03/20
  • PD n. 2480 del 27/05/20
  • PD n. 6655 del 01/12/20

Cogne Acciai Speciali S.p.a.

Fusione e produzione acciaio

2.2

Produzione e trasformazione dei metalli - Impianti per la produzione di ghisa o acciaio (fusione primaria e secondaria) compresa la relativa colata continua di capacità maggiore di 2,5 ton/ora

  • PD n. 4446 del 26/10/07
  • PD n. 442 del 31/01/08
  • PD n. 2531 del 15/06/09
  • PD n. 3313 del 03/08/09
  • PD n. 5510 del 16/12/09
  • PD n. 5300 del 04/11/10
  • PD n. 168 del 18/01/11
  • PD n. 1332 del 31/03/11
  • PD n. 6011 del 28/12/12
  • PD n. 2308 del 05/29/13
  • PD n. 4853 del 22/11/13
  • PD n. 4854 del 13/11/13
  • PD n. 1223 del 09/04/14
  • PD n. 2708 del 16/07/14
  • PD n. 2869 del 28/07/14
  • PD n. 2924 del 31/07/14
  • PD n. 4438 del 11/11/14
  • PD n. 4445 del 11/11/14
  • PD n. 5470 del 24/12/14
  • PD n. 1147 del 01/04/15
  • PD n. 1203 del 05/07/15
  • PD n. 2189 del 06/15/15
  • PD n. 3697 del 07/10/15
  • PD n. 3342 del 11/09/15
  • PD n. 3395 del 14/09/15
  • PD n. 4413 del 16/11/15
  • PD n. 0161 del 25/01/16
  • PD n. 2347 del 30/05/16
  • PD n. 6805 del 29/12/16
  • PD n. 65     del 17/01/17
  • PD n. 1852 del 14/04/17
  • PD n. 4999 del 27/09/17
  • PD n. 5651 del 27/10/17
  • PD n. 7195 del 14/12/17
  • PD n.661   del   2/02/18
  • PD n.1363  del 19/03/18
  • PD n. 3453 del 22/06/18
  • PD n. 3540 del 26/06/18
  • PD n. 4631 del 27/08/18
  • PD n. 5012 del 19/09/18
  • PD n. 5256 del 02/10/18
  • PD n. 6752 del 29/11/18 
  • PD n. 7319 del 13/12/18
  • PD n. 1039 del 29/02/19
  • PD n. 1690 del 27/03/19
  • PD n. 2355 del 02/05/19
  • PD n. 2775 del 21/05/19
  • PD n. 4740 del 13/08/19
  • PD n. 1776 del 24/04/20
  • PD n. 6276 del 19/11/20
  • PD n. 6888 del 04/12/20

Laminazione

2.3(a)

Produzione e trasformazione dei metalli - Impianti per la produzione di metalli ferrosi - (a) mediante laminazione a caldo con una capacità superiore a 20 t di acciaio grezzo all'ora

Decapaggio

2.6

Produzione e trasformazione dei metalli - Impianti per il trattamento di superficie di metalli e materie plastiche mediante processi elettrolitici o chimici

Heineken Italia S.p.a.

Produzione birra

6.4(b)

 

Attività di trasformazione di prodotti di origine vegetale destinati alla fabbricazione di alimenti con una capacità di produzione di prodotti finiti di oltre 300 tonnellate al giorno

  • PD n. 4445 del 26/10/07
  • PD n. 3137 del 22/07/09
  • PD n. 4232 del 16/10/13
  • PD n. 474 del 13/02/14
  • PD n. 1719 del 12/05/14
  • PD n. 4319 del 26/09/16
  • PD n. 2208 del 05/05/17
  • PD n. 53   del  10/01/18
  • PD n. 4356 del 09/08/18
  • PD n. 5754 del 24/10/18
  • PD n. 1823 del 08/04/19
  • PD n. 6651 del 08/11/19
  • PD n. 1327 del 27/03/20

Shiloh Italy Site

Verrès S.r.l.

Produzione di particolari pressofusi per settore automobilistico

2.5(b)

Produzione e trasformazione dei metalli - Impianti per la produzione, fusione e lega di metalli grezzi non ferrosi - (b) compresi i prodotti di recupero (affinazione, formatura in fonderia), con una capacità di fusione superiore a 4 t/giorno per il piombo ed il cadmio o a 20 t/giorno per tutti gli altri metalli

  • PD n. 3604 del 31/08/07
  • PD n. 3136 del 22/07/09
  • PD n. 13 del 08/01/10
  • PD n. 600 del 11/02/10
  • PD n. 4326 del 21/09/10
  • PD n. 170 del 18/01/11
  • PD n. 3792 del 30/08/11
  • PD n. 6349 del 30/12/11
  • PD n. 1228 del 19/03/12
  • PD n. 4233 del 16/10/13
  • PD n. 1219 del 08/04/14
  • PD n. 2868 del 28/07/14
  • PD n. 4157 del 28/10/14
  • PD n. 5323 del 16/12/14
  • PD n. 0777 del 06/03/15
  • PD n. 4981 del 26/10/16
  • PD n. 1331 del 19/03/18
  • PD n. 2124 del 20/04/18
  • PD n. 0451 del 20/02/20

Note: PD = Provvedimento dirigenziale 

 

 Distribuzione territoriale degli stabilimenti soggetti ad A.I.A.

Distribuzione territoriale impianti AIA

In Valle d’Aosta nel 2020 sono presenti 5 intallazioni soggette ad AIA mentre il numero di impianti è pari complessivamente a 7. Questo si spiega in quanto in una stessa intallazione possono essere presenti uno o più impianti che svolgono attività rientranti nel campo di applicazione della Direttiva IPPC (ALLEGATO VIII alla parte seconda del D.Lgs. n° 152/06 e s.m.i.) Nello specifico, nello stabilimento siderurgico Cogne Acciai Speciali sono comprese 3 attività soggette ad AIA (Fusione e produzione acciaio, Laminazione e Decappaggio). Nel 2020, con PD n. 331 del 5 febbraio 2020 è stata revocata l'Autorizzazione integrata ambientale asub-ATO Mont Emilius per essere sostituita con una nuova autorizzazione ai sensi dell'art. 208 del D.lgs n. 152/2006 e s.m.i.

Etoiles inactivesEtoiles inactivesEtoiles inactivesEtoiles inactivesEtoiles inactives