19 giugno 2024 - Una zona della città di Aosta e alcuni centri abitati situati sul territorio di altri Comuni limitrofi sono caratterizzati dalla presenza del complesso siderurgico CAS, nato nei primi anni del 1900: tra le attività dell’ARPA, vi è quella di verificare che la presenza dell’acciaieria in un contesto abitato non comprometta l’ambiente nelle aree circostanti.

I risultati del monitoraggio

Le analisi condotte evidenziano nel corso degli anni una generale diminuzione della rumorosità prodotta dalla CAS di circa 2 dB sull’ LAeq06-22 [livello continuo equivalente di pressione sonora ponderato "A" (LAeq) nel periodo di diurno (06-22)] e di circa 4 dB LAeq22-06 [livello continuo equivalente di pressione sonora ponderato "A" (LAeq) nel periodo di notturno (22-06)] e un maggior contributo nell’area a sud dell’acciaieria rispetto a quella a nord, per effetto sia della disposizione delle sorgenti all’interno dello stabilimento, sia della schermatura dei numerosi edifici dell’abitato di Aosta.

Lo studio

Negli anni passati per la verifica del rumore prodotto dall’acciaieria l’ARPA ha:

  • rilasciato pareri sulla documentazione previsionale d’impatto acustico presentata;
  • effettuato controlli su richiesta degli organi competenti per la verifica del rispetto dei valori limite nell’ambito dell’autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.);
  • effettuato monitoraggi periodici nelle aree più esposte al rumore dell’acciaieria;
  • prodotto e aggiornato attraverso un software modellistico la mappatura acustica nell’intorno dell’acciaieria.

Un approccio così sinergico e trasversale nella valutazione dell’impatto acustico dello stabilimento siderurgico consente di focalizzare l’attenzione

  • sulle sorgenti più impattanti,
  • sulle aree del territorio più critiche,
  • sull’andamento nel tempo della rumorosità prodotta dall’azienda
  • sulla verifica del piano di risanamento acustico in atto nello stabilimento.
I rilievi fonometrici

Le misure sono effettuate mediante l’utilizzo di fonometri, cioè strumenti progettati per misurare i livelli sonori in maniera standardizzata, posizionati in punti chiave, per un tempo variabile.

In particolare, i rilievi sono stati di due tipologie:

  • rilievi prolungati stagionali, della durata di una settimana (2 punti scelti l’uno in Comune di Aosta e l’altro in Comune di Charvensod e facenti parte dell’osservatorio acustico regionale dell’ARPA);
  • rilievi brevi, in periodo diurno e in periodo notturno (in altri punti ritenuti significativi per la caratterizzazione della rumorosità prodotta dai numerosi impianti dell’acciaieria e per la taratura del modello di calcolo).

area studio

Area oggetto di studio: complesso siderurgico, edificato circostante e punti di rilievo fonometrico.
Le analisi condotte evidenziano nel corso degli anni una generale diminuzione della rumorosità prodotta dalla CAS e un maggior contributo nell’area a sud dell’acciaieria rispetto a quella a nord.

La mappatura acustica

L’attività di monitoraggio prevede, oltre alle misure, anche l’utilizzo di modelli che permettono di creare una mappatura acustica completa dell’area oggetto di interesse.

In particolare, la mappatura è

  • effettuata con il software IMMI che implementa l’algoritmo di calcolo Cnossos-EU, così come previsto dalla Direttiva 2002/49/CE per la gestione del rumore ambientale;
  • aggiornata costantemente sulla base delle misurazioni effettuate e delle informazioni acquisite dalla documentazione presentata in merito alle sorgenti e alle azioni di bonifica previste dal piano di risanamento.

mappatura acustica

Mappatura acustica della rumorosità prodotta dal complesso siderurgico CAS nell’area circostante (anno 2023)

La partecipazione al 50° Convegno Nazionale AIA

Questo contributo scientifico sulle attività di monitoraggio dell’impatto acustico dell’acciaieria Cogne Acciai Speciali è stato presentato al 50° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana di Acustica, svoltosi dal 29 al 31 maggio a Taormina (Catania).

Valutazione dell'impatto acustico dell'unico complesso siderurgico in Valle d'Aosta - licenza Creative Commons CC-BY - la prima pubblicazione è avvenuta negli atti del 50° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana di Acustica, svoltosi dal 29 al 31 maggio a Taormina (Catania).

presentazione convegno AIA

Convegno Nazionale AIA 2024 – un momento della presentazione del contributo di ARPA VdA

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.