Massimo indice UV previsto per la giornata di oggi in Valle d'Aosta, nel caso di cielo sereno. Seleziona una località per avere maggiori informazioni. Nel caso in cui la località desiderata non fosse presente, seleziona un altro sito alla stessa altitudine (o dello stesso colore sulla mappa). E' possibile consultare anche le MISURE IN DIRETTA.

     

    Fototipo I II III IV
    Tempi di eritema (minuti) (*)        

    Massimo indice UV previsto per la giornata di domani, in caso di cielo sereno. Seleziona una località per avere maggiori informazioni. Nel caso in cui la località desiderata non fosse presente, seleziona un altro sito alla stessa altitudine (o dello stesso colore sulla mappa).

     

       

      Massimo indice UV previsto per la giornata di dopodomani, in caso di cielo sereno. Seleziona una località per avere maggiori informazioni. Nel caso in cui la località desiderata non fosse presente, seleziona un altro sito alla stessa altitudine (o dello stesso colore sulla mappa).

       

         

        Grafico delle previsioni dell'ozono colonnare, dalle quali è possibile ricavare la previsione dell'Indice UV.

        L'ozono colonnare (ovvero l'ozono totale presente in troposfera e stratosfera) per i prossimi giorni sopra la città di Aosta. Le previsioni sono del Deutscher Wetterdienst (DWD).

        grafico ozono colonnare

        Le tre linee rappresentano le previsioni per le successive 12 ore (linea verde), 36 ore (linea rossa) e 60 ore (linea blu). La quantità di radiazione UV che giunge al suolo, in caso di cielo sereno, aumenta al diminuire della quantità di ozono colonnare, e viceversa.

        L'impiego di creme protettive deve essere volto principalmente ad aumentare la protezione rispetto ai danni da UV e non ad aumentare i tempi di esposizione. I bambini sono da considerarsi tutti appartenenti al fototipo 1. I fattori di protezione riportati sono quelli raccomandati da UV-Index for the Public (COST-713 Action, 2000).

        (*) Nota ai tempi di eritema: questi valori sono indicativi e tengono conto esclusivamente di uno degli effetti negativi della radiazione ultravioletta sull'uomo (gli eritemi, appunto), ma non rappresentano una soglia entro la quale l'esposizione al sole senza protezioni si può definire sicura. In realtà, un'esposizione prolungata non è mai accettabile. Nonostante l'obiettivo principale della prevenzione contro il cancro della pelle sia quello di evitare gli eritemi, anche l'esposizione cumulativa di radiazione UV gioca un ruolo primario nello sviluppo dei tumori cutanei e favorisce i danni agli occhi e al sistema immunitario (Quali sono gli effetti sull’uomo?).

        Valutazione attuale: 0 / 5

        Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva