In questa sezione vengono introdotte alcune formule matematiche di base che consentono di effettuare alcune semplici operazioni con i livelli sonori.

 

Somma DI DUE LIVELLI SONORI ESPRESSI IN DECIBEL

Essendo espressi in decibel, i livelli sonori non si possono sommare direttamente: l'uso di una unità di misura su base logaritmica e non lineare comporta alcune considerazioni inerenti al rumore che viene percepito quando sono presenti più sorgenti.

approfondisci

Di seguito la formula per eseguire la somma di due livelli sonori.

leq somma

Inserisci i seguenti valori
L1= dB - Primo livello sonoro
L2= dB - Secondo livello sonoro
Ltot= dB
 
differenza DI DUE LIVELLI SONORI ESPRESSI IN DECIBEL

Anche per la differenza va tenuto presente che i livelli sonori sono espressi in decibel e non si può utilizzare la semplice differenza aritmetica.

approfondisci

Di seguito la formula per eseguire la differenza di due livelli sonori.

 leq differenza

Inserisci i seguenti valori (n.b. la differenza è calcolata sottraendo il valore minore da quello maggiore)
L1= dB - Primo livello sonoro
L2= dB - Secondo livello sonoro
Ltot= dB
 
Valutazione del livello equivalente a lungo termine

La formula seguente permette di valutare il livello acustico su un periodo temporale predeterminato a partire da due livelli sonori presenti per definiti intervalli di tempo. In particolare, conoscendo il livello di rumorosità e la durata di funzionamento di una specifica sorgente sonora, è possibile determinare il relativo valore di LAeq,TR in conformità a quanto stabilito dall’allegato B del D.P.C.M. 16 marzo 1998 “Tecniche di rilevamento e di misurazione dell’inquinamento acustico”.

leq lungo termine

Inserisci i seguenti valori, considerando che ttot = ta + tr
La= dB - Primo livello sonoro (livello ambientale)
ta= minuti - Durata del primo livello sonoro
Lr= dB Secondo livello (livello residuo)
tr= minuti - Durata del secondo livello sonoro
Leq= dB