Il bilancio di massa serve a misurare annualmente, le variazioni di massa di un ghiacciaio sulla base della differenza tra la massa accumulata con le precipitazioni nevose invernali e primaverili e la massa persa per la fusione di neve e ghiaccio (ablazione) nella stagione estiva. Il monitoraggio del bilancio di massa di un ghiacciaio è un metodo consolidato per analizzare l'impatto del climate change sui ghiacciai

bdm intro

E' dal 2001 che, nell'ambito delle attività di monitoraggio dei ghiacciai, misuriamo il bilancio di massa del ghiacciaio del Timorion in Valsavarenche (a sinistra nell'immagine sopra). Dal 2005 sono iniziate anche le misure del Ghiacciaio del Rutor nella Valle di La Thuile (a destra nell'immagine sopra), svolte in collaborazione con Fondazione Montagna Sicura. Il bilancio di massa annuale netto è un valore medio rappresentativo dell’intero ghiacciaio ed è espresso in millimetri di equivalente in acqua (mm w. e.). Per quantificare il bilancio è necessario stimare l'accumulo invernale e la fusione estiva. La stima del valore di accumulo è effettuata a fine periodo primaverile (fine maggio) misurando l'altezza del manto nevoso e la densità della neve in alcuni punti del ghiacciaio. La fusione estiva viene misurata a fine settembre utilizzando aste di legno o di alluminio del diametro di circa 2.5 cm infisse nel ghiaccio (paline ablatometriche) che sono utilizzate come riferimento degli abbassamenti progressivi della superficie. L'immagine seguente mostra alcune fasi delle misure di accumulo e fusione: misura di altezza e densità della neve a sinistra e al centro e misura della fusione sulle paline a destra.

bdm img

I grafici sottostanti mostrano i risultati delle misure sul Timorion a partire dal 2001 e sul Rutor a partire dal 2005.

Timorion bilancio di massa

Rutor bilancio di massa 2001

Le barre blu mostrano l'accumulo invernale e quelle gialle la fusione estiva. Il bilancio netto è rappresentato in rosso se il ghiacciaio perde massa (accumulo invernale minore della fusione estiva) o in verde in caso contrario. La linea indica il bilancio cumulato e mostra la massa totale persa dal ghiacciaio dall'inzio delle misure.

La maggior parte delle barre relative al bilancio annuale sono rosse, ad indicare che negli ultimi anni i ghiacciai hanno perso massa coerentemente con quanto accaduto nelle Alpi e in generale a scala globale. I bilanci negativi sono stati causati da anni con elevate temperature estive che hanno favorito la fusione, da anni con ridotte precipitazioni invernali che hanno limitato l'accumulo o dalla concomitante occorenza di entambi i fenomeni. Negli ultimi due anni tuttavia, 2013 e 2014, il bilancio di massa di entrambi i ghiacciai è stato vicino allo zero: leggeremente negativo per il Timorion e leggermente positivo per il Rutor. Nel 2013 gli abbondanti accumuli invernali hanno compensato l'impatto dell'intensa fusione estiva; nel 2014 invece, l'estate fredda ha determintato una fusione ridotta che ha limitato la perdita di massa.