Il monitoraggio quantitativo è finalizzato ad acquisire informazioni soprattutto riguardo ai seguenti aspetti:

  • previsione e controllo delle risorse idriche disponibili: eventuali trend di abbassamento nei livelli sul lungo periodo (variazioni pluriennali) potrebbero essere indice di un sovrasfruttamento della risorsa idrica;
  • andamento della superficie freatica: l’elaborazione delle varie misure di livello puntuali consente di ricostruire  delle carte che descrivono la morfologia e l’andamento della falda.

Le misure possono essere effettuate in due modalità:

  • manuale mediante apposita sonda (freatimetro) che rileva la profondità della tavola d’acqua rispetto al piano campagna (soggiacenza della falda). La cadenza di misura prevista dalla normativa è mensile;
  • in automatico mediante sensore datalogger che rileva secondo la cadenza impostata (normalmente giornaliera) la soggiacenza e la temperatura dell’acqua (eventualmente anche la conducibilità elettrica).

E' possibile consultare l'indicatore dell'RSA AMB_ACQ_005 - Stato quantitativo della falda

Dati quantitativi

La mappa sottostante mostra i punti di misura (manuali e datalogger), cliccando su ognuno è possibile vedere i dati rilevati in forma tabellare e grafica.
Il grafico, nella parte bassa, permette di scegliere la scala temporale di visualizzazione.
Dalla finestra dei singoli punti, è possibile scaricare i dati in formato CSV cliccando sul link apposito.

 

Legenda
googleicon Punto di misura manuale mediante freatimetro
delim corpo idrico Punto di misura automatico mediante datalogger
p.c. piano campagna

Nota: i grafici sono realizzati tramite Adobe Flash Player. Se tale componente non é installato sul computer, i grafici non si possono visualizzare.

Per approfondire