A livello normativo viene definito "rifiuto" qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l'intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi. Sempre in base alla normativa i rifiuti sono classificati, secondo l'origine, in rifiuti urbani e rifiuti speciali e, secondo le caratteristiche di pericolosità, in rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi.

Big bag polverino CASSono rifiuti speciali:

  • i rifiuti da attività agricole e agro-industriali;
  • i rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonché i rifiuti che derivano dalle attività di scavo;
  • i rifiuti da lavorazioni industriali;
  • i rifiuti da lavorazioni artigianali;
  • i rifiuti da attività commerciali;
  • i rifiuti da attività di servizio;
  • i rifiuti derivanti dalla attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;
  • i rifiuti derivanti da attività sanitarie.

 

La classificazione di un rifiuto come pericoloso può avvenire attraverso due canali: inserimento diretto del rifiuto in questa categoria sulla base dell’origine e del ciclo produttivo del rifiuto stesso (come nel caso di tutte le sostanze oleose) oppure valutazione attraverso indagini analitiche della presenza nel rifiuto di sostanze classificate come pericolose in concentrazioni superiori a valori limite definiti dalla normativa nazionale ed europea.

Ruolo di ARPA

ARPA Valle d’Aosta partecipa alle istruttorie tecniche di autorizzazione degli impianti di gestione dei rifiuti speciali (pericolosi e non pericolosi) ed esprime proprio parere nell’ambito delle relative Conferenze dei Servizi previste dalla normativa.

Inoltre, ARPA è sede della Sezione Regionale del Catasto Rifiuti ed in quanto tale assicura un quadro conoscitivo completo e costantemente aggiornato, anche ai fini della pianificazione delle attività di gestione dei rifiuti, dei dati MUD (Modello unico di dichiarazione ambientale), dichiarazione annuale dei quantitativi di rifiuti speciali prodotti e/o gestiti. In particolare ARPA acquisisce, bonifica ed elabora tali dati.

Ancora, in questo ambito, l'Agenzia supporta tecnicamente il Corpo Forestale Valdostano nelle attività di controllo ufficiale.

Rifiuti speciali da demolizione e costruzione e materiali da scavo

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti speciali da demolizione e costruzione ed, in particolare, dei materiali da scavo, per unifirmità di informazione si rimanda a quanto riportato nella specifica sezione del sito ufficiale della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

Di particolare interesse risultano le linee-guida per la gestione dei materiali/rifiuti inerti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione e scavo approvate con DGR n. 529 del 18/04/14.

Relazione sullo stato dell’ambiente in Valle d’Aosta (RSA)

Nell’ambito della RSA, relativamente ai rifiuti speciali sono stati elaborati i seguenti indicatori: