La rete delle Agenzie è composta dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ISPRA, e da 21 agenzie regionali (ARPA) e provinciali (APPA).

L’ISPRA è stato istituito con la legge 133/2008 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112. Svolge le funzioni, con le inerenti risorse finanziarie, strumentali e di personale, dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (APAT) di cui all’ articolo 38 del DecretoLegislativo n. 300 del 30 luglio 1999 e successive modificazioni, dell’Istituto Nazionaleper la Fauna Selvatica di cui allalegge 11 febbraio 1992, n. 157 e successive modificazioni, e dell’Istituto Centraleper la Ricerca scientifica e tecnologica Applicata al Mare di cui all’articolo 1-bis del decreto-legge 4 dicembre 1993, n. 496, convertito in legge, con modificazioni, dall’articolo 1, comma 1, della legge 21 gennaio 1994, n. 61.

L'ISPRA è vigilato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Le prime sei Agenzie (Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Provincia di Trento, Emilia-Romagna e Toscana) nacquero nel 1995, come conseguenza del referendum abrogativo che tolse alle Usl le competenze sui controlli ambientali. Tra i principali compiti il monitoraggio e il controllo del territorio e delleattività umane, la valutazione di impatto ambientale di piani e opere e il supporto tecnico-scientifico dei referenti istituzionali (Regione, Province, Comuni) in materia ambientale. Alle prime sei Agenzie nel 1996 si aggiunse il Veneto, nel 1997 vennero costituite le Agenzie della Provincia di Bolzano e dell eRegioni Marche e Basilicata, nel 1998 seguirono quelle del Friuli Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Lazio e Campania, nel 1999 della Lombardia, Puglia e Calabria, nel 2000 del Molise e nel 2001 della Sicilia. Ultima ad essere stata istituita è stata l'Agenzia della Sardegna nel 2006. La rete delle Agenzie costituisce un esempio di sistema federativo che coniuga conoscenza diretta del territorio e dei problemi ambientali locali conlepolitiche nazionali di prevenzione e protezione dell'ambiente.

Il Sistema delle Agenzie Ambientali, unitamente ad una rete di altri soggetti, tra cui il Ministero dell'Ambiente, le Regioni, Istat e Unioncamere, alimentano la base informativa di SINAnet (Sistema NazionaleConoscitivo e dei Controlli Ambientali). Nel 1999, a seguito di un accordo tra ANPA e le Agenzie Ambientali Regionali e Provinciali, è nato l'Osservatorio Nazionale sull'Organizzazione e sulla Gestione delle ARPA/APPA, strumento di ricerca e consulenza per le Agenzie Ambientali.

 


L'articolo originale si trova sul sito dell'ARPA Piemonte, l'originale è consultabile a questo link.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva